Qualche giorno fa ha preso fuoco un grosso palazzo a Milano.

Voglio approfittare di questo evento per fare un’analisi dei risvolti di un evento simile e cosa bisogna fare per farsi trovare pronti prima che un evento di tal portata si presenti nella tua vita:

IL RISCHIO
Il rischio incendio può provocare i seguenti danni:

  1. Danni  alle persone, al  contenuto e all’immobile in cui si è innescato l’incendio;
  2. Danni alle persone e cose di terzi nel raggio d’azione del fuoco;
  3. Danni alle persone e cose di terzi nel raggio d’azione del fumo;
  4. Interruzione o sospensione di attività di terzi dovuto all’incendio;
  5. Indisponibilità del tuo immobile fino a quando non potrai ricostruirla.

QUANTIFICAZIONE DEL DANNO
Una volta dato un nome e cognome ai rischi e relativi danni a cui sei soggetto dobbiamo calcolare l’impattto economico di tali danni, ovvero di quanti soldi avrai bisogno per affrontare tutti e 5 i punti di sopra. Per fare questo ci avvaliamo del software Sphera che abbiamo creato in Nexti. Senza questo strumento e le nostre competenze non potrai farlo autonomamente.

MITICAZIONE DEL RISCHIO
Devi adottare tutte le misure necessarie per evitare che il rischio si tramuti in danno. Ad esempio utilizzando materiali per la costruzione e di rifinitura ignifughi che riescano a supportare temperature alte, oppure adottando un sistema di avviso di incendio, oppure ancora comprando elettrodomestici a norma.

ASSICURAZIONE
Una volta dato nome e cognome ai rischi da cui stare attenti, una volta quantificato il loro impatto ed una volta ridotto all’osso il rischio, dobbiamo mettere in ordine questi rischi, per gravita ed iniziare ad assicurarci con le “giuste” garanzie, ma cosa vuol dire esattamente?

Il rischio del punto 1 viene assicurato con polizza incendio e scoppio, per quanto concerne i danni all’immobile ed al suo contenuto, mentre per i danni alle persone con polizza infortuni con all’interno capitale morte. Il punto 4 invece, non essendo una garanzia principale, la trovi generalmente all’interno della polizza di Responsabilità civile della proprietà(RCP) o incendio, ma con forti limiti. Ti faccio un esempio:
Scegli la tua polizza Rcp con un massimale 3.000.000 € quindi sei perfettamente convinto che se dovessi arrecare un danno a terzi a causa della tua proprietà sei assicurato per questo massimale. Invece scoprirai che nella maggior parte delle polizze sul mercato esiste un sottolimite, ovvero sei coperto per un massimale inferiore di quello principale, ad esempio il 5% dello stesso o una cifra fissa tipo 100.000 €.

Dove sta scritto questo? all’interno di quei mallopponi di 80 pagine che il tuo assicuratore non approfondisce e che ti invia per email o stampa per leggerli come compiti a casa, semplicemente perchè obbligato dalla normativa.

Uno strumento utile in questo caso è sempre il nostro software “Sphera” tramite il modulo “confronto di mercato” che razionalizza in 5 punti ogni garanzia spiegando con una grafica veloce e comprensibile i punti fondamentali di ogni garanzia che viene tra l’altro messa a confronto con più prodotti del mercato assicurativo.

 

Quando scegli una polizza, scegli prima l’assicuratore e le sue competenze, possono salvare la tua serenità finanziaria!