Il 12 novembre è stato pubblicato (direi in tutta fretta) il decreto legge Antifrode 157/2021 che essendo tale è entrato immediatamente in vigore dalla sua pubblicazione, ma che dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni, ciò vuol dire che alcune cose potrebbero cambiare, ci auguriamo in meglio, con un testo che possa portare semplificazione e chiarezza. 
 
Il Decreto nasce per evitare le speculazioni truffaldine messe in atto sino ad oggi dai soliti furbetti che sembrerebbe abbiano creato un buco di 800 milioni di €!
 
Cosa viene introdotto all’interno di questo testo che è importante per il tecnico?
 
I professionisti dovranno asseverare la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati anche per tutti gli altri bonus edilizi come a esempio Bonus Facciate e Bonus ristrutturazioni. Nulla però, viene specificato in merito all’aspetto assicurativo lasciando di fatto le compagnie assicurative e noi intermediari in balìa delle interpretazioni, direi sprovvedute, di commercialisti e “intermediari assicurativi”, che già l’indomani della pubblicazione sembravano avere la soluzione…
 
Noi di Nexti abbiamo interessato sin da subito i maggiori player del mercato come ad esempio Aig, Lloyd, Arch, Sara e Hcc-Tokio Marine per capire come poterci muovere assicurativamente ma purtroppo ancora, tutto tace. 
 
Staranno aspettando la conversione in legge per apprendere tutti gli aspetti operativi e assicurativi, oppure le compagnie di assicurazioni oseranno una soluzione in attesa di informazioni più strutturate? 
 
La verità è che questo decreto fatto in fretta e furia ha creato lo stop “atteso” ai furbetti e con loro, purtroppo, anche alle persone per bene che invece dovranno aspettare i risvolti assicurativi, unico aspetto che ad oggi 6 Dicembre è ancora irrisolto.
 
Abbiamo creato una lista di attesa in cui potete iscrivervi se interessati a conoscere i risvolti normativi e assicurativi della vicenda.
[contact-form-7 404 "Non trovato"]